LA NOSTRA STORIA:

La passione di Mattia Zecchi per il teatro dei burattini nasce da piccolo. Già all’età di 2 anni e mezzo era innamorato degli spettacoli di burattini, in particolare quelli con Fagiolino e Sganapino, protagonisti del teatrino bolognese.

La sua passione è talmente forte che già all’età di 8 anni, presenta al pubblico il suo primo spettacolo, fino a quando nel 2005, all’età di 15 anni, decide di fondare la propria compagnia “I Burattini di Mattia”.

 

Cresce osservando i grandi maestri della tradizione bolognese come  il Maestro Romano Danielli e Marco Iaboli e William Melloni della “Compagnia del Pavaglione” e da loro impara tutto; dai testi classici alla tecnica, dalla recitazione alla rappresentazione dello spettacolo, anche collaborando occasionalmente con loro.

Si dedica alla riscrittura e alla messa in scena di testi tradizionali, rinfrescandone i contenuti e innovandoli, senza mai uscire dal solco della tradizione bolognese.

Fagiolino e Sganapino sono i protagonisti di tutti i suoi spettacoli, insieme alle maschere della tradizione emiliana e quelle della Commedia dell’Arte. I suoi spettacoli cercano sempre di coinvolgere grandi e piccoli spettatori, rendendoli ancor più partecipi alla rappresentazione e facendo divertire adulti e bambini.

 

Negli anni partecipa coi i suoi spettacoli a diverse Rassegne e Festival Nazionali e Internazionali di Teatro di Figura, riscuotendo successo e diversi riconoscimenti come il premio “Benedetto Ravasio” nel 2010 e il premio “Le figure del Futuro” nel 2012.

 

Ora continua la sua attività su tutto il territorio nazionale continuando a portare in scena e a rappresentare le storie e le avventure di Fagiolino e Sganapino.